Scaffalature e Pareti Antisismiche: legge... da tempo.

Scaffalature e Pareti Antisismiche:  legge... da tempo.
07Feb

Scaffalature e Pareti Antisismiche: legge... da tempo.

Eh si, la terra si muove e fa danni anche nel nostro paese...


IL PUNTO: Qualsiasi edificio è oggi obbligato a tener conto degli eventi sismici, che possono avvenire su tutto il territorio italiano.
La legislazione nazionale e quella delle regioni, si è dotata di strumenti in grado di guidare l'operato dei professionisti del mondo delle costruzioni. Legislazione basata sui resoconti degli studi scientifici e su quanto osservato negli eventi sismici catastrofici, che hanno segnato la nostra storia da più di un secolo a questa parte.
Anche zone come Roma e il territorio che la circonda, legata da sempre al pensiero che ne sia immune, è stata inclusa nella zonizzazione sismica della Regione Lazio, con interi municipi dichiarati di livello 2, cioè zona con la possibilità che si verifichino forti terremoti (il resto è a livello 3, in una scala che vede il valore 1 come massima e 4 come minima esposizione al sisma).
All'interno di questa zonizzazione sono stati classificati gli edifici, in termini di importanza strategica e di rischio per persone e cose, qualora si verifichi un evento sismico.

GLI ACCADIMENTI: Il terremoto del 2012 in Emilia Romagna, colpendo molti edifici industriali, ha portato alla luce il fatto che anche le cosiddette strutture secondarie devono essere studiate e realizzate tenendo conto delle sollecitazioni derivanti da un evento sismico.
Nelle strutture secondarie rientrano a pieno titolo le scaffalature industriali, fatta esclusione solo di quelle che possiamo usare nelle nostre cantine o per arredare le nostre case senza sovraccaricarle troppo. A queste si affiancano anche le pareti divisorie, usate per realizzare i locali degli uffici, soprattutto per la loro prossimità con le persone che occupano tali spazi lavorativi.

ALCUNE NORMATIVE: Il campo legislativo va dalle NTC 2018 (Norme Tecniche di Costruzione), ai DGR Regionali (zonizzazioni, classificazione edifici strategici), alle norme EN-UNI-FEM di settore (es. UNI-TS 11379:2010 per le scaffalature), al Dlgs 81/08 (Sicurezza in ambienti di lavoro). In quest'ultimo si tratta anche della responsabilità dei vari soggetti nell'applicazione delle norme, aspetto che interessa fondamentalmente i datori di lavoro, ma anche i fornitori delle scaffalature; con le ovvie conseguenze in termini di sanzioni civili e penali.

NOI DI TS PROJECT: da tempo abbiamo deciso di avvalerci dei prodotti di aziende che hanno fatto propri i principi di sicurezza per la vita umana e di rispetto di leggi e normative di settore.
Fra queste citiamo:
LEONI SPA e FERRETTO GROUP riguardo le scaffalature semplici e automatizzate. Tali aziende sono oggi anche in grado di fornire i servizi di progettazione tecnica e di supporto professionale ai clienti per la presentazione dei progetti alle autorità pubbliche competenti per territorio

AIUTI PER LA MESSA IN SICUREZZA: Concludiamo questo articolo, ricordando che l'INAIL ha predisposto anche per il 2019 incentivi in conto capitale per chi investe in sicurezza sugli ambienti di lavoro; fino al 65% del costo dei lavori e importi max di € 130.000,00

I marchi che trattiamo